martedì 2 settembre 2014

La lettura di oggi 2 settembre 2014


La lettura di oggi tratta della cacciata di demòni dal corpo di un pover uomo in una Sinagoga per opera di Gesù.
Egli comanda innanzitutto al male di tacere. Poi gli intima di andarsene dal corpo del malcapitato.
Perché tacere? Perché il male è seduttivo, è una spirale che ci porta a sprofondare negli abissi del buio della ragione, facendo emergere paure, angosce che pervadono l'animo.
Credo che, generalizzando, quando siamo pervasi da pensieri negativi, invidie, recriminazioni, dovremmo per prima cosa stoppare la catena dei pensieri, per evitare che si nutrano di energia nostra acquistando una consistenza energetica importante difficile poi da distruggere e poi, dovremmo liberare la mente.
Pregare, respirare, sorridere, benedire (dire bene) l'altro, noi stessi, per recuperare armonia e permettere in tal modo al Cristo che è in noi di riappropriarsi del nostro animo facendo tabula rasa del male che si annida.
Buona giornata a tutti.
Emanuela

Nessun commento:

Posta un commento