venerdì 19 settembre 2014

QUANDO SIAMO VERAMENTE CERTI DI AMARCI?

* Quando cessiamo di credere, che gli altri sono migliori di noi - o il contrario.

 * Quando cessiamo di credere, di dover compiere delle prodezze per meritare l'attenzione e l'approvazione degli altri.

 * Quando sentiamo una fiducia, una solidità interiore, che ci pongono al riparo dalle critiche, o dai giudizi altrui.

* Quando accettiamo che gli altri, siano liberi di pensare quello che vogliono, senza che questo influisca sulla stima che abbiamo per noi stessi. Come dice il proverbio indiano, "Se qualcuno ti insulta chiamandoti asino, ti crescono forse per questo le orecchie?".

 * Quando decidiamo di agire, mantenendo la nostra autenticità, restando sempre noi stessi, nello splendore delle nostre qualità e accettando i nostri limiti. A cosa serve, infatti, mostrare una bella facciata, se internamente restano solo le rovine della nostra identità?

 * Quando non abbiamo paura di mostrarci per quello che siamo. Quando non pensiamo più: «Se sapranno come sono, veramente non mi ameranno più».

 * Quando non ci si esaurisce più, nel tentativo di dare una bella immagine di sé, poiché la più bella immagine di sé che si possa dare è quella vera!

 * Quando siamo infine convinti che, essendo noi stessi, saremo apprezzati e amati di più, perché l'autenticità diventa la nostra principale qualità.

Rika Zarai

1 commento:

  1. Credo che in effetti, sia veramente importante tutto ciò che è elencato. Per giungere a questa " liberazione" bisogna lavorare molto su se stessi e per farlo bisogna fermarsi ad osservare i propri pensieri. Cercare di analizzarli, sviscerarli e spezzare l'energia con cui si alimentano i pensieri negativi. Non reprimerli poichè uscirebbero dalla porta per rientrare dalla finestra, ma non dando loro corda...ecco che potremo iniziare il percorso di consapevolezza...che conduce alla liberazione dell'Essere.

    RispondiElimina