martedì 18 novembre 2014

Risveglio

Ad un tratto tutto si riaccende
tornano a galla, i pensieri, come liberatisi da sabbie profonde nell'abisso della mente
risalgono, lentamente, in superficie..
sento il mio corpo, percepisco le mani e i piedi, 
il battito del cuore accelera..
la cassa toracica riprende a gonfiarsi
come se, per l'intera notte non lo avesse fatto, 
la macchina, spenta per un tempo che sembra illimitato, riprende, dolcemente, a funzionare..
Odo i rumori, i più vicini, poi quelli dalla starada, le voci, 
e..apro gli occhi al mondo..
Rotolo dinanzi allo specchio, mi guardo e..son lì..
ancora un altro giorno, con la possibilità di vivere attimi, ore e..chissà..
Ciò che importa è che son lì..
in quel preciso istante
e ringrazio Dio per l'immenso DONO della vita. 
Mi affido a te, o Padre, oggi come ieri, 
fammi strumento nelle tue mani
che parole e gesti si riempiano di compassione verso coloro che incontrerò sul mio cammino,
conducimi sui sentieri del tuo amore.

Poi..guardo fuori ed il cielo, fosco e brumoso, accenna ad un'altra giornata di pioggia.
La mia preghiera vola a tutte quelle persone, 
alluvionate, fuori e dentro, 
che la paura si trasformi in speranza.. e coraggio.. 
per riemergere dal fango
di terra, timore e disperazione. 
Ascoltaci, o Signore.

http://hearthaware.files.wordpress.com/2012/09/spiritual-awakening-beach.jpg

1 commento:

  1. Un grazie enorme per questa preghiera da parte di una donna che spesso si sente 'alluvionata dentro' e deve convincersi con fatica che la paura si può trasformare in speranza. Signore, con me devi avere un po' di pazienza, perché spesso ti cerco solo quando mi sento in difficoltà e Ti affogo con le mie ansie invece di lodarTi per la Tua presenza costante. Sei un porto sicuro dal quale non vorrei mai uscire, ma alle volte i figli devono anche imparare a navigare da soli.

    RispondiElimina