domenica 8 marzo 2015

8 Marzo a Kabul

L’8 marzo per 20 uomini di Kabul? In corteo per le strade, con indosso il burqa. E' successo nella capitale afghana. È vero, i manifestanti erano pochissimi, ma la scena degli uomini con la tunica lunga che scelgono di sostenere i diritti delle donne ha fatto il giro del mondo. "Le autorità celebreranno la Festa della donna nei grandi alberghi, noi la volevamo portare nelle strade", ha detto Basir, 29 anni, uno degli attivisti di 'Afghan Peace volunteers' vestito con la tunica blu che il regime dei talebani ha imposto alle donne negli anni 90.

Un esperimento? Anche. “Uno dei modi migliori per capire come le donne si sentono – ha spiegato l’attivista – è camminare e indossare un burqa anche noi”. Uno dei cartelli mostrati durante la manifestazione recitava così: “Non dire a una donna cosa indossare, piuttosto copriti gli occhi”.

Le reazioni dei passanti, registra il Deccan Chronicle, sono state piuttosto contrastanti. Un vigile urbano, Javed Haidari di 24 anni, ha assistito al corteo e si è chiesto: ”Quale sarebbe il senso di tutto questo? Nella mia famiglia tutte le donne indossano il burqa ed io per primo non vorrei che andassero in giro senza”. Anche una ragazza di 16 anni ha storto il naso: “Una marcia inutile” ha definito la sfilata “ perché non dovrebbero essere gli uomini a difendere i diritti delle donne”.

Il Messaggero



Nessun commento:

Posta un commento