mercoledì 17 febbraio 2016

UNA MAMMA ARCOBALENO SCRIVE AI PARLAMENTARI

Domani io la mia compagna e Milo, come ogni mattina, ci sveglieremo e faremo colazione insieme. 
Poi io accompagnerò Milo al nido e mamma Vale lo andrà a riprendere. 
Sì è vero le serve una delega, ma le maestre ci considerano una famiglia e così tutti gli altri genitori. 
Alle 18,30 poi tornerò anche io a casa dal lavoro, ceneremo tutti insieme, faremo il bagnetto a Milo, leggeremo i libri (sempre gli stessi perché a Milo piacciono quelli) e poi ci alterneremo per addormentarlo.
Nessuno ci toglierà mai la magia dei sorrisi di Milo, quando tutti e tre ci abbracciamo. 

Niente potrà impedirci di essere la famiglia che SIAMO. 
Voi invece, anche oggi, avete perso un'altra occasione per fare il vostro dovere. 

E avete rinunciato a fare, almeno per una volta, politica in modo dignitoso. 
Non per la conta dei voti e delle poltrone, ma per amore del compito al quale siete stati chiamati.
Nel rispetto delle vite delle persone, delle quali PURTROPPO tocca a voi decidere...

Nessun commento:

Posta un commento