mercoledì 6 aprile 2016

Incontro CdB

Tre anni di pontificato ci sono sembrati un periodo sufficiente per parlare di un “Tempo di Francesco”. Per questo si è pensato che il riferimento ad esso fosse una preziosa prospettiva per la riflessione che il convegno si propone di svolgere sulle novità e contraddizioni nella comuità cristiana e nella società. Novità e contraddizioni ce ne sono. Dallo stile nuovo introdotto da papa Francesco nel modo di gestire i suoi interventi di riforma in alcuni settori istituzionali, alla rancorosa opposizione che incontra in diversi settori della curia e delle gerarchie ecclesiastiche, dalla diffidenza latente in certi ordini religiosi e in parte dell’associazionismo laico tradizionale, alla grande popolarità fra le masse, non solo cattoliche, e nell’opinione pubblica mondiale. Sinodo, Anno Santo e visite apostoliche in diversi paesi ne sono tappe significative calate in un contesto di trasformazioni dell’assetto socio-economico e politico mondiale, caratterizzato da migrazioni senza precedenti, frutto di storiche ingiustizie e di un diffuso stato di guerra che coinvolge anche le grandi potenze. Al suo interno il nostro Paese vive una grave recessione economica, un inasprimento dei conflitti sociali e un aumento progressivo del divario nel tenore di vita dei cittadini. In questo contesto che dire e fare per chi non si rassegna e continua a sentirsi responsabile? PROGRAMMA Sabato 23 Dalle ore 13,00: accoglienza Ore 16,00 – 19,00 — Tavola rotonda a 4 voci sul tema dell’incontro con: Maria Soave Buscemi biblista italo-brasiliana formatrice in “Lettura Popolare della Bibbia”, facilitatrice di gruppi biblici e collaboratrice del Centro Unitario Missionario; Pier Luigi Di Piazza presbitero, fondatore del Centro di Accoglienza e di Promozione Culturale “Ernesto Balducci” a Zugliano (UD); Maria Bonafede pastora valdometodista a Torino e già moderatora della Tavola valdese; Sergio Tanzarella Docente di “Storia della Chiesa” alla Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale. Gli interventi saranno coordinati da Marcello Vigli e Anna Caruso Ore 19,30 — Cena comunitaria Ore 20,45 — Spettacolo teatrale del gruppo Istarion di Reggio Emilia: “Le tredici lune, la memoria delle donne nei Vangeli” di Maria Soave Buscemi ____________________ Domenica 24 9,00 – 9,45 — Piazza dei progetti comunitari: dialoghi tra idee, progetti ed esperienze 10,00 – 13,00 — Laboratori (I° parte) Linguaggi e contenuti della fede: alla ricerca di nuovi linguaggi e prassi della fede che parlino al nostro tempo a cura della comunità “Via Città di Gap” di Pinerolo Piccole comunità cristiane: testimoni modi nuovi di essere Chiesa nella società di oggi a cura della comunità di Modena Solitudini del tempo presente: testimonianze e scelte nelle situazioni di disagio. Le comunità ascoltano, condividono e si interrogano a cura delle Comunità di Verona, Gorizia e dell’ associazione RAAB di Rovereto Scelte e prassi della chiesa di base al tempo di Francesco a cura della comunità del Cassano di Napoli 13,00 — pranzo 15,00 – 19, 00 — Laboratori (II° parte) 19,30 — cena 21,00 — dopo cena: visita alla città guidata dai veronesi ____________________ Lunedì 25 9,00 – 12,30 — Assemblea di condivisione ed eucaristica a cura della comunità “Viottoli” di Pinerolo All’interno della assemblea eucaristica saranno presentati in breve i risultati dei 4 laboratori, ascolteremo la testimonianza di Paola Cigarini del Gruppo Carcere-Città (MO) su: “Carcere, riconciliazione–misericordia” e ci sarà il momento dello scambio di riflessioni, brevi testimonianze, preghiere, propositi per proseguire insieme 12,30 — pranzo finale e commiato ***************************************************************************************************************************************** PROGRAMMA, NOTE TECNICHE, SCHEDA DI ISCRIZIONE: http://www.cdbitalia.it/36-incontro-nazionale-cdb-2016/ L'EVENTO SU FACEBOOK (condividi, invita i tuoi contatti): https://www.facebook.com/events/1747524548826624/ PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI: segreteria@cdbitalia.it ***************************************************************************************************************************************** INVITO AI GRUPPI DI LETTURA POPOLARE DELLA BIBBIA a partecipare al XXXVI INCONTRO NAZIONALE CDB Carissime, carissimi, non è un caso che ritorni a Verona dopo il 1980 questo 36° incontro Nazionale promosso dai Gruppi e dalle Comunità Cristiane di base. Molti dei convenuti arriveranno dalle città più lontane (Palermo, Napoli e Sardegna) e dalle esperienze più molteplici animati dal desiderio di condividere-spezzare insieme le ricerche e i cammini di fedeltà al Vangelo. Il "servizio", esercitato con la consapevolezza della nostra fragilità nelle diverse situazioni e animato dai molteplici carismi, è uno dei collanti che permette di porci in ascolto reciproco della Parola di Vita che lo Spirito suscita incessantemente nelle nostre relazioni. La "Lettura Popolare della Bibbia" proveniente delle chiese sudamericane ha suscitato le Comunità di Base Italiane ed Europee fin dal loro nascere alla fine degli anni '60; il Concilio Vaticano II ha abbattuto i confini e steso la trama di un nuovo "tessuto" fatto di relazioni di chiese vive nelle realtà dei loro popoli, nella ricchezza delle differenze di culture e fedi. Da questi germogli ancora oggi nascono cammini di nuova consapevolezza e di liberazione in un contesto di permanente dominio degli strumenti di dominio e di morte. Liberazione è la missione affidataci dal Risorto; comprenderne il significato profondo nella complessità della nostra realtà è il lavoro di discernimento cui quotidianamente siamo chiamate/i nei nostri gruppi e comunità...condividendo la Vita alla luce della Parola e la Parola alla scuola della Vita...a partire dai nostri "otri". "Vino nuovo in otri vecchi" è un monito che ci riguarda da vicino. Con Maria Soave Buscemi, animatrice e formatrice in Lettura Popolare della Bibbia, ne abbiamo parlato per capire come sia possibile una fecondazione ed evangelizzazione reciproca tra le differenti esperienze; sopratutto è necessario "frequentarsi", non viversi nel proprio "gruppo di sicurezza" ma sentire che l'attenzione "orante e intrecciante" ai cammini degli altri in ricerca è parte costituente della "Lettura Popolare della Bibbia", è l'humus da cui possiamo costruire gli "otri nuovi" capaci di contenere la "passione" del mondo che quotidianamente incrociamo. Per questo Maria Soave sarà protagonista nell'Incontro del 23-24-25 aprile...per questo la LPB sarà centrale in questo incontro Nazionale dei gruppi e delle comunità di base italiane. Questo è affidato a tutte/i noi, alla nostra attiva partecipazione come Gruppi di Lettura della Bibbia. La Tavola rotonda iniziale di sabato 23, introdotta da una animazione proposta da M.Soave, intreccerà esperienze ecumeniche e di analisi (storico-sociale-biblica) sul tema. I quattro Laboratori tematici nella giornata di Domenica 24 ci daranno l'opportunità di scambiare concretamente le esperienze con le realtà partecipanti e tracciare insieme quel tessuto di novità che permetta di vedere più criticamente le nostre "crepe" e lavorare fiduciosi al rinnovamento. L'Assemblea del 25 mattina raccoglierà le stimolazioni condivise per farne prezioso impegno di Celebrazione della presenza del Risorto nei nostri cammini da convertire continuamente in servizio di liberazione...a partire dalle noste stesse vite. Per tutto questo vi invitiamo "calorosamente" a partecipare e diffondere questo invito... perché ogni goccia costituisce il mare. Paolo Ferrari per il gruppo di coordinamento veronese in preparazione del 36° incontro Nazionale.

Nessun commento:

Posta un commento