giovedì 14 aprile 2016

Ragazzo autistico escluso da una gita


Livorno - Giulio,14 anni, è uno studente di un istituto di Livorno. La sua classe, una scuola media, è andata in gita ma lui non lo sapeva e quando l'altra mattina, il ragazzino che soffre di una forma di autismo, è arrivato nell'aula si è trovato solo con il suo insegnante di sostegno.

La sua storia è stata raccontata con un post su Facebook ieri, scritto come se a parlare fosse Giulio (che però non parla e non scrive) e rilanciato dalla pagina dell'Associazione Autismo Livorno Onlus. "La mia classe oggi è in gita, io no - si legge - nessuno ha avvisato la mia famiglia quindi sono andato a scuola regolarmente e mi sono trovato solo. Peccato mi sarebbe piaciuto molto passare una giornata all'aria aperta, con i miei compagni, in pullman, mi piace tanto il pullman...Ma qualcuno ha deciso che questa giornata non era adatta per me". Un caso simile è avvenuto, sempre ieri, anche a Isernia, in Molise dove Luigi, un ragazzo di 15 anni, autistico, ha trovato l'aula deserta perché i compagni erano in gita.
“Ci sono rimasto molto male - continua il post di Giulio - Avrei potuto essere felice oggi...Invece...". Da queste parole è subito nata una mobilitazione della rete, con molte persone che hanno pubblicato sul loro profilo una foto con la scritta "Io sto con Giulio". Per continuare a leggere cliccare qui.

Repubblica – 13 aprile 2016

Nessun commento:

Posta un commento