martedì 17 aprile 2018

Il silenzio

Tale purificazione della mente mediante il silenzio genera quello spazio vuoto interiore che è la condizione necessaria della retta visione e da cui procede la purificazione del pensiero. Il silenzio interiore è quindi il grembo dell'autentica spiritualità e dell'autentica filosofia.Per questo le grandi tradizioni spirituali dell'umanità collegano la saggezza in modo inversamente proporzionale alla quantità di parole usate: meno si parla, più si è saggi. Pitagora esigeva ben cinque anni di silenzio per gli aspiranti discepoli, la Bibbia ebraica afferma che "chi è parco di parole possiede la scienza, uno spirito silenzioso è un uomo intelligente" (Proverbi 17,27), e per Nietzsche "se si tace per un anno, si disimpara a chiacchierare e si impara a parlare.
Vito Mancuso da Il bisogno di pensare, pp. 157-158

Nessun commento:

Posta un commento