sabato 28 luglio 2018

In permanente conversione

“Essere uomo non significa mai essere così e non diversamente, essere uomo significa comunque poter diventare sempre diverso. E' questa capacità di plasmare se stessi, anzi, i riplasmare se stessi, questa capacità di crescere oltre i propri limiti non può essere disconosciuta a nessuno, altrimenti essa si atrofizza” (Victor E.Frankl, In principio era il senso, ed. Queriniana, p. 93). 

Non è la negazione del limite che l'Autore afferma. Con essi occorre fare pace, ma restando in stato di permanente conversione. 
Franco Barbero

Nessun commento:

Posta un commento